Il metodo Irritection® + Dermal Irritection®

Che cos'è il Irritection® Assay System?

Il sistema di test Irritection® è un metodo di test in vitro standardizzato e quantitativo che utilizza i cambiamenti delle macromolecole rilevanti per prevedere l’irritazione oculare e cutanea di sostanze chimiche, miscele e formulazioni di prodotti. 

Ocular Irritection

Dermal Irritection

Risultati in 24H
Globalmente accettato
Facile da usare
Laboratorio di biologia non richiesto
Nessun bisogno di colture cellulari
Lunga periodo di conservazion
Consigliato dall'OECD come primo test sia per strategia Bottom-Up che Top-Down
Primo test OECD Adopted proposto dall'Italia

Perché usare il Irritection® Assay System?

  • Ocular Irritection® è OECD 496 e la prima Test Guideline OECD totalmente animal free e in-chemico.
  • Il sistema di test Irritection® offre un’alternativa accurata e affidabile accettata dal GHS ai tradizionali test sugli animali per l’irritazione oculare e / o cutanea ed è notevolmente meno costoso dei test in vivo.
  • I risultati di Irritection® possono essere ottenuti in appena 1 giorno, rispetto allo standard di diverse settimane richiesto per gli studi in vivo. I risultati rapidi forniscono un feedback più rapido sulle modifiche alla formulazione e riducono significativamente i tempi di sviluppo del prodotto.
  • I test Irritection® sono quantitativi e altamente riproducibili, consentendo quindi una classificazione comparativa di campioni e formulazioni con grande precisione.
  • I test Irritection® sono eseguiti in semplici kit facili da installare e usare.
  • I  test Irritection® sono globalmente accettati.
  • I kit Irritection® sono facilmente stoccabili e hanno una lungo periodi di conservazione.

Dermal Irritection® Assays System

È noto che i prodotti chimici che causano irritazione cutanea inducono alterazioni nella struttura della cheratina, del collagene e di altre proteine ​​del derma.  Dermal Irritection® è un test in vitro che imita questi fenomeni biochimici.

Questo test è formato da due componenti:

  • Un substrato composto da una membrana che è stato modificata collegando covalentemente una miscela di cheratina, collagene e un colorante indicatore ad esso e;
  • Una soluzione reagente costituita da una matrice macromolecolare altamente organizzata di globulina / proteina.

L’applicazione di una sostanza chimica irritante sul disco di membrana interrompe la struttura ordinata di cheratina e collagene e provoca il rilascio del colorante indicatore associato. Inoltre, gli irritanti cutanei inducono cambiamenti nella conformazione delle proteine ​​globulari presenti nella soluzione di reagente. L’entità del rilascio di colorante e la denaturazione delle proteine ​​può essere quantificata misurando le variazioni della densità ottica della soluzione di reagente a 450 nm (OD450).
Il confronto tra queste misurazioni della densità ottica e quelle prodotte da irritanti chimici standard consente di calcolare un “punteggio di irritazione” che ha dimostrato di essere direttamente correlato alla potenziale irritazione cutanea del materiale in esame. Questi risultati sono accurati, affidabili e prodotti più rapidamente a una frazione del costo dei test in vivo.